I Nostri Progetti

La nostra associazione offre il trasporto sanitario disponibile chiamando il numero 380 7848497 oppure 0364-87358

ASSISTENZE “SPECIALI”

Ci sono appuntamenti che negli anni sono stati punti fermi del nostro impegno associativo: la Ciaspolata al Chiaro di Luna, la Mostra Mercato, la Festa del Fungo e della Castagna, il Palio delle Contrade, le partite “in casa” della squadra locale di Pallacanestro, il pellegrinaggio Pisogne – Caravaggio organizzato dall’Associazione A chi Vuoi Tu, la gara di regolarità in salita Pisogne – Palot organizzata dal gruppo moto stroriche Terzano e dall’amico Gil, l’assistenza sulle piste sci di Val Palot, la festa della Mamma e le domeniche danzanti presso la Casa di Riposo Santa Maria della Neve… impegni che hanno sempre visto la disponibilità dei nostri volontari per non mancare all’evento che diventa quasi una tappa obbligata nel nostro calendario organizzativo.

 …GLI EVENTI CHE HANNO LASCIATO IL SEGNO…

Ricordiamo in particolare, 2 eventi, che hanno coinvolto la nostra Associazione con i suoi volontari in prima persona e la cittadinanza di Pisogne in modo improvviso. Tutti noi ricordiamo le ore preoccupanti passate ad evacuare gli abitanti delle vie sottostanti il movimento franoso del Trobiolo o stazionando in appoggio ai mezzi dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile che monitoravano la massa sospesa sopra le vie del paese. Tra di essi, alcuni nostri volontari, che univano la preoccupazione per i propri familiari e per le proprie cose, alla disponibilità nell’operare con le ambulanze necessarie a garantire la copertura dovuta alle urgenze e alla evacuazione delle persone disabili o anziane.
Il tragico incendio che ha distrutto una parte della Palini Vernici, causando la morte di un giovane dipendente e ferito in modo serio anche uno dei nostri volontari dipendente della ditta, ha tenuto con il fiato sospeso coloro che in quelle ore erano presenti sul posto con le ambulanze, temendo un’esplosione (che avrebbe coinvolto i mezzi e gli uomini dei vigili del fuoco e della protezione civile impegnati nel contenere l’incendio e le case poco distanti dallo stabilimento) e la preoccupazione che i fumi sprigionati dall’incendio, potessero causare intossicazioni o malori nella popolazione.