h1 chi siamo




Da dove veniamo



Il 6 novembre 1987 un gruppo di persone si incontra a Pisogne per «formare una Associazione di Volontari di Solidarietà».  Sono le parole stesse dell’Atto Costitutivo ad incarnare i fondamenti: un gruppo di volontari dedicati alla solidarietà per ogni persona. Il nome stesso della nostra Associazione sono è manifesto di intenzione verso la solidarietà e l’identificazione nel cristianesimo, dal quale verrà chiamata Associazione Volontari di Solidarietà Santa Maria Assunta. La stessa Parrocchia di Pisogne è intitolata a Maria Assunta dove, inizialmente, la nostra Associazione ne era parte integrante delle realtà pastorali, tanto che la sede storica è rimasta fino al 2013 all’interno dell’oratorio.Nel 1994 si è inserita la necessità di integrare la dimensione culturale con il vero e proprio soccorso sanitario in ambulanza.
Dalle parole dell'atto costitutivo parte la nostra lunga storia di Associazione che attraversa 20 anni di vita di Pisogne, del Basso Sebino e della Vallecamonica.
Appunto come scritto sopra la nostra Associazione nasce il 6 Novembre 1987 con lo scopo di assicurare un servizio ai bisognosi della Parrocchia di Pisogne proprio per questo la denominazione incarna sia gli scopi di solidarietà sia l'identità cristiana di cui nasciamo. La cura della persona è sempre stata lo scopo primario della nostra missione, svolta attraverso l'assistenza domiciliare con il recapito pasti, l'animazione di compagnia ed il rapporto tra le famiglie con i medici del territorio, oltre allo studio e la sensibilizzazione sull'emarginazione, in particolar modo di tossicodipendenti e alcolisti.



Assistere la popolazione
Il primo luogo dove la nostra Associazione ha trovato spazio è la Residenza Sanitaria per Anziani (ex ospedale e poi casa di riposo) di Pisogne. Animare, imboccare, accompagnare e sorreggere i più bisognosi del paese è ancora oggi un punto focale del nostro servizio: uomini e donne che donano il proprio tempo per chi deve affrontare la malattia e la sofferenza ogni giorno.

Le prime ambulanze
Oggi la nostra principale attività è il soccorso in ambulanza, sia a convenzione con i servizi di emergenza (118 -  1 1 2 AREU Lombardia), che a richiesta nelle manifestazioni, negli eventi sportivi o nei trasporti sanitari.
Con l'istituzione nel 1991 del servizio Emergenza 118, infatti, i nostri Volontari si sono interrogati sulla necessità di aggiungere al proprio servizio anche il primo intervento sanitario e nel marzo del 1994 entrava in servizio la prima ambulanza.
Nel 1998 un grave incendio ha distrutto completamente l’ambulanza numero 2, obbligandoci a ristrutturare una vecchia bocciofila della Parrocchia e destinarla ad autorimessa.
Il soccorso si evolve velocemente e ci sentiamo in obbligo di fornire un’assistenza efficace e qualificata ai nostri cittadini. Infatti, da quando nel 2001 la Legge lo ha permesso, abbiamo dotato la nostra ambulanza del defibrillatore e formato tutti al suo utilizzo. Dopo alcuni anni è divenuto obbligatorio averlo a bordo di qualsiasi ambulanza.

La ricerca della qualità
I nostri Volontari soccorritori hanno conseguito, sin dal 2006, la certificazione regionale di Soccorritore Esecutore a seguito di un corso di 120 ore. Questo ha permesso di garantire un servizio più competente e professionale, anticipando quella che poi è stata una vera e propria rivoluzione del soccorso: la rimozione degli infermieri a bordo dei mezzi. Ecco che nel 2012 abbiamo scelto di integrare il personale volontario con quattro dipendenti finanziati da AREU (Azienda Regionale Emergenza Urgenza), alzando così l’esperienza del gruppo, assicurando un servizio 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno.

I nostri primati
L’impegno e la dedizione verso il prossimo ha guidato i nostri Volontari a raggiungere obiettivi che oggi, a distanza di anni, possono sembrare scontati. Il primo di tutti è il servizio continuativo di ambulanza. Alla fine degli anni Novanta primi volontari in Valle Camonica e sul Sebino ad assicurare un servizio sia di giorno che di notte con ambulanza e abilitazione all’uso del defibrillatore.
Con l'acquisto della sesta ambulanza nel 2013 abbiamo avuto l’incarico di sperimentare per tutte le ambulanze della provincia di Brescia l'Eli-10, un elettrocardiografo che consente di registrare l’attività cardiaca del paziente per poi trasmettere alla centrale operativa, dove un cardiologo lo può leggere in tempo reale. La possibilità di effettuare un esame simile direttamente sul paziente senza l’intervento di un sanitario velocizza notevolmente il trasporto. La sperimentazione ha avuto successo e ad oggi ogni ambulanza in provincia può fare affidamento ad esso.
Seguiamo con interesse l’evoluzione del soccorso e investiamo in presidi di ultima tecnologia come, ad esempio, estricatori in carbonio e particolari rilevatori per il monossido.
Nel maggio del 2018 siamo tra le prime associazioni di volontariato ad aver acquistato un massaggiatore automatico, il quale permette di assicurare compressioni toraciche esterne (massaggio cardiaco) di qualità per i pazienti in arresto cardiocircolatorio, oltre che una maggiore sicurezza dei nostri soccorritori a bordo.

La formazione
Grazie alla dedizione di molti medici e infermieri del territorio abbiamo sempre dedicato spazio e tempo alla formazione, in particolare dei nostri volontari. Siamo un Centro di Formazione Locale di FAPS, una delle quattro realtà riconosciute a livello regionale per i corsi di primo soccorso e le qualifiche per la popolazione. Ogni anno organizziamo corsi per soccorritori e per la popolazione.

Oggi…
Oggi la nostra Associazione conta circa 120 Volontari e 4 dipendenti, ci troviamo in una bellissima sede costruita nel 2013 accanto all’oratorio.
I nostri servizi superano i confini del comune, trovandoci sempre più presenti nelle realtà vicine, sia per il soccorso che per l’assistenza.
Crediamo fortemente nelle persone, nella loro crescita e, soprattutto, ci dedichiamo ogni giorno all’Altro, chiunque esso sia.

Consiglio Direttivo


Mirella Chitoni - Presidente

Michele Morelli - Vice Presidente e responsabile dei mezzi

Valentina Pezzoni - Segretaria e referente per i volontari

Gabriella Mensi - Consigliere e responsabile della turnistica

Laura Tomasi - Consigliere e responsabile dei servizi alle manifestazioni

Celestina Garattini - Consigliere e responsabile dei servizi secondari e della sede

Andrea Bettoni - Consigliere e referente della formazione, responsabile dei presidi

20 Anni di attività

100 Volontari operativi

4 Dipendenti

3 Ambulanze

Diventa un volontario

Abbiamo sempre bisogno di persone con tanta voglia di fare e di aiutare.
Noi penseremo alla formazione, tu mettici il cuore.

Ultime notizie ed eventi

Qui potrete trovare e leggere notizie riguardanti la nostra Associazione, i nostri eventi e i nostri corsi.

ONLINE IL NUOVO SITO

Da oggi è online il nostro nuovo sito! Ci piace pensare che i cittadini e la popolazione possano...

NUOVO LOOK DEL PORTONE

Difficile non notare la bellissima immagine che da qualche giorno campeggia sui portoni della...